FITOSANITARI: le novità da maggio 2018

Prodotti destinati a utilizzatori non professionali

E’ ora in vigore il nuovo “Regolamento sulle misure e sui requisiti dei prodotti fitosanitari per un uso sicuro da parte degli utilizzatori non professionali“.

Prodotti consentiti per l’uso non professionale

I prodotti conformi ai requisiti del Regolamento e consentiti per l’uso non professionale saranno identificabili tramite la dicitura, riportata in etichetta, “prodotto fitosanitario destinato agli utilizzatori non professionali”. Inoltre, è previsto che, dopo la denominazione commerciale del prodotto, sia inserita in etichetta la sigla

  • PFnPE“, per i prodotti da utilizzare per la difesa delle piante commestibili, oppure
  • PFnPO“, per la difesa delle piante ornamentali.

I prodotti autorizzati per l’impiego su entrambe le tipologie di pianta ricadono nella categoria dei “PFnPE”.

Le imprese produttrici interessate sono tenute ad avviare non oltre il 16 giugno la procedura di modifica dell’etichetta al fine dell’inserimento della dicitura “prodotto fitosanitario destinato agli utilizzatori non professionali” e della sigla pertinente in base alla tipologia di prodotto.

Il Ministero ha specificato che, a partire dal 16 agosto 2018, i prodotti che risulteranno privi della dicitura “prodotto fitosanitario destinato agli utilizzatori non professionali” saranno da considerarsi a esclusivo uso professionale e ne sarà quindi vietata la vendita agli acquirenti utilizzatori non professionali non dotati dell’abilitazione (il cd. “patentino”).

Per i rivenditori, il Ministero segnala che per la vendita di PFnPE è necessaria l’abilitazione alla vendita, mentre, la vendita dei PFnPO, è consentita anche ai rivenditori non specificamente qualificati per il settore dei prodotti fitosanitari (come ad esempio fioristi, garden-center, supermercati).

Il decreto specifica poi che il rivenditore dei prodotti destinati agli utilizzatori non professionali (sia PFnPE che PFnPO), è tenuto ad apporre apposita cartellonistica (in cui riportare le informazioni generali sui rischi per la salute umana e l’ambiente connessi al loro uso, sui pericoli connessi all’esposizione, ed in particolare sulle condizioni per uno stoccaggio, una manipolazione e un’applicazione corretti e lo smaltimento sicuro, nonché sulle alternative eventualmente disponibili) nel locale adibito alla vendita al dettaglio dei prodotti.

Per maggiori info è possibile rivolgersi direttamente Compag (sede di Bologna tel.051/519306).

Potrebbe piacerti anche