È entrata in vigore il 1° luglio la nuova legge sui tirocini della regione E.R.

(Legge Regionale n. 1 del 04.03.2019)

Dal 1° luglio è entrata in vigore la nuova Legge Regionale sui tirocini, il cui fine principale è la verifica del progetto prima dell’avvio del tirocinio, il suo costante monitoraggio e il controllo sui possibili utilizzi elusivi. Elenchiamo di seguito alcune importanti novità della nuova normativa.

NUOVI TEMPI DI ATTIVAZIONE

Oltre ai tempi richiesti per la verifica da parte dell’Ente Promotore della possibilità di avviare il tirocinio e per l’acquisizione dei documenti e dati necessari, è prevista dalla nuova normativa la verifica preventiva del progetto attraverso i sistemi informativi regionali nel tempo di 10 giorni. Pertanto, dal mese di luglio, per attivare un nuovo tirocinio si dovrà tenere conto di questo lasso di tempo e il contratto potrà essere avviato solo a seguito del superamento dei suddetti controlli, che nel totale richiederanno quindi non meno di 15 giorni.

NUOVA DURATA

La durata massima prevista del tirocinio è di 6 mesi.

Sono previste durate massime di 12 mesi per persone svantaggiate o di 24 mesi per persone con disabilità L.68 o se di tipo “inclusione sociale”.

E’ prevista anche una durata minima di 2 mesi oppure di 1 mese in caso di attività stagionale.

INDENNITA’

L’indennità mensile minima è di 450,00 euro ed è calcolata sulla base della percentuale di presenza: viene erogata per intero a fronte del 70% della effettiva presenza.

NUMERO DEI TIROCINI ATTIVABILI

Il numero massimo dei tirocini che possono essere ospitati contemporaneamente dipende dal numero dei lavoratori assunti a tempo indeterminato e, novità della legge regionale, anche dei tempi determinati se attivati prima del tirocinio e con scadenza dopo la fine del tirocinio:

  • da 0 a 5 dipendenti:           n. 1 tirocinante;
  • da 6 a 20 dipendenti:         n. 2 tirocinanti;
  • oltre i 20 dipendenti:          n. tirocinanti pari al 10% dei lavoratori occupati.

Si segnala che non è possibile attivare un tirocinio con persone che hanno lavorato negli ultimi 2 anni in azienda con qualunque contratto o hanno già svolto un tirocinio nella stessa azienda.

Si ricorda che l’attivazione del tirocinio è sempre in capo all’Ente Promotore che per Confcommercio è ISCOM E.R..

Per ogni informazione è possibile rivolgersi all’Ufficio Formazione di Confcommercio Ascom Faenza – tel. 0546 21355.

Potrebbe piacerti anche