RILASCIO BUONO ACQUISTO

Il rilascio da parte del dettagliante al cliente un buono acquisto, che attesta l’importo utilizzabile per un futuro acquisto, deve riportare anche l’aliquota IVA applicata alla cessione.

In tal caso è necessario tener presente la normativa riguardante il trattamento dei c.d. “voucher” in vigore dall’1.1.2019 che, al fine di definire il trattamento IVA dei “buoni-corrispettivo”, differenzia tra “buoni monouso” e “buoni multiuso” in base alle seguenti definizioni:

Buono MONOUSO > Al momento della sua emissione è nota la disciplina applicabile ai fini IVA alla cessione / prestazione a cui lo stesso dà diritto.

Buono MULTIUSO > Al momento della sua emissione non è nota la disciplina applicabile ai fini IVA della cessione / prestazione a cui lo stesso dà diritto.

In merito si rammenta che tale differenziazione comporta che in presenza di:

  • Buono-corrispettivo monouso, la relativa cessione / prestazione può essere tassata al momento della sua emissione. In altre parole, la conoscenza “sin dall’origine” delle informazioni dell’operazione (in particolare l’aliquota IVA applicabile) consente di applicare già all’emissione del buono il trattamento IVA alla cessione / prestazione a cui il buono dà diritto. Il suo trasferimento, quindi, costituisce effettuazione della cessione / prestazione a cui il buono dà diritto con conseguente assoggettamento ad IVA;
  • Buono-corrispettivo multiuso, la relativa cessione / prestazione è tassata nel momento dell’utilizzo dello stesso. La non conoscenza all’atto dell’emissione del buono delle informazioni dell’operazione non consente di applicare “anticipatamente” l’IVA.

Ne consegue che il trasferimento del buono precedente all’accettazione dello stesso come corrispettivo della cessione / prestazione non costituisce effettuazione della cessione / prestazione con conseguente non assoggettamento ad IVA. Per analogia lo stesso trattamento fiscale potrebbe essere esteso alle ricariche delle Fidelity card, molto in uso nei bar-pubblici esercizi.

Potrebbe piacerti anche