Consulenza di immagine – analisi del colore

La personalizzazione dei servizi verso il cliente sta diventando sempre più uno dei punti chiavi per il successo; comprenderai quindi quanto la consulenza “ad hoc” sia sempre più un elemento distintivo.

Nel settore moda e beauty la figura che meglio rappresenta queste caratteristiche è il consulente d’immagine (Carla Gozzi e Rossella Migliaccio per citarne qualcuno).

Generalmente si pensa al consulente d’immagine come al professionista che si occupa di consigliare i capi di abbigliamento. E’ vero, ma in parte: il consulente d’immagine si dedica al miglioramento dell’intero aspetto del cliente utilizzando tecniche, quali l’analisi del colore, il camouflage e l’analisi della figura.

Da non confonderlo quindi con il personal shopper e con lo stylist, che si occupano di acquisto di capi di abbigliamento e di stile.

Il primo step della consulenza di immagine è l’analisi del colore o “armocromia”: aiuta non solo nella scelta di abiti e accessori, ma anche nella scelta del make up e della colorazione dei capelli. Avrai quindi compreso il motivo e l’importanza di questa analisi.

Alcuni strumenti utilizzati

Richiede tecnica, esperienza e l’uso di materiali professionali quali drappi e palette dei colori.

Viene effettuata una sola volta nella vita perché i colori che verranno determinati saranno perfetti per sempre, nonostante il passare degli anni.

I colori per creare bellezza non solo devono essere abbinati tra di loro, ma anche, e soprattutto, in base alla caratteristiche cromatiche della persona; si crea così un vero e proprio senso di armonia e da qui il termine “armocromia”.

Se desideri avere maggiori informazioni, in autunno sarà realizzata una serata totalmente gratuita in cui sarà spiegato il mondo della consulenza di immagine e nello specifico dell’armocromia; la serata sarà tenuta dalla docente consulente Annamaria Bianchi.

La docente consulente Annamaria Bianchi

La data è in fase di definizione, ma se vuoi essere avvisato scrivici a “formazione@ascomfaenza.it” o chiamaci allo 0546/21355.

Nel frattempo, qui di seguito, ti spieghiamo molto brevemente in cosa consiste l’armocromia.

Armocromia: le 4 stagioni ed i 16 sottogruppi

Il primo punto di partenza è la definizione della stagione: perchè la stagione? Semplicemente perchè si è preso spunto dai colori che la natura assume durante le 4 stagioni dell’anno.

Ogni stagione ha delle peculiarità:

  • inverno: sottotoni freddi, valori scuri ed intensità alta;
  • primavera: sottotoni caldi, valori chiari ed intensità alta;
  • estate: sottotoni freddi, valori chiari ed intensità bassa;
  • autunno: sottotoni caldi, valori scuri ed intensità bassa.

A sua volta ogni stagione è suddivisa in 16 sottogruppi che spaziano dal warm (caldo) al bright (brillante), ecc.
Comprenderai quindi che ogni analisi va effettuata dal vivo, con luce naturale, senza trucco né abbronzatura.

Per apprendere tutte le tecniche è necessario partecipare al corso di analisi del colore che sarà in programma in autunno 2019 con la docente Annamaria Bianchi.

Le date sono in fase di definizione; se vuoi essere avvisato scrivici
a “formazione@ascomfaenza.it” o chiamaci allo 0546/21355.

Potrebbe piacerti anche