Il nuovo contributo a fondo perduto del Decreto Natale

Recentemente è stato pubblicato sulla G.U. il c.d. “Decreto Natale” contenente ulteriori disposizioni per fronteggiare l’emergenza COVID-19.

A seguito delle note misure restrittive introdotte in vista delle prossime festività, è riconosciuto un contributo a fondo perduto a favore dei soggetti esercenti “attività dei servizi di ristorazione”.

L’agevolazione spetta esclusivamente a coloro che hanno già usufruito del contributo a fondo perduto previsto dal c.d. “Decreto Rilancio” ed è erogata automaticamente dall’Agenzia delle Entrate, nella medesima misura del precedente beneficio, mediante accredito sul c/c.

ll nuovo contributo a fondo perduto spetta ai soggetti che al 19.12.2020 dichiarano di svolgere una delle seguenti attività:

56.10.11 Ristorazione con somministrazione
56.10.12 Attività di ristorazione connesse alle aziende agricole
56.10.20 Ristorazione senza somministrazione con preparazione di cibi da asporto
56.10.30 Gelaterie e pasticcerie
56.10.41 Gelaterie e pasticcerie ambulanti
56.10.42 Ristorazione ambulante
56.10.50 Ristorazione su treni e navi
56.21.00 Catering per eventi, banqueting
56.29.10 Mense
56.29.20 Catering continuativo su base contrattuale
56.30.00 Bar e altri esercizi simili senza cucina

 

Il contributo in esame non è tassato ai fini IRPEF / IRES / IRAP, non rileva ai fini del rapporto di deducibilità degli interessi passivi / componenti negativi ex artt. 61 e 109, comma 5, TUIR ed è erogato nel rispetto del limite / condizioni previsti dalla Commissione UE nella Comunicazione 19.3.2020 C(2020) 1863 final.

Potrebbe piacerti anche