BANDO 2019 CCIAA RAVENNA PER IL SOSTEGNO ALLE NUOVE IMPRESE 2° SEMESTRE 2019

E’ attivo il bando della Camera di Commercio di Ravenna per il sostegno alle nuove imprese del territorio.

Di seguito una sintesi del bando

SOGGETTI BENEFICIARI E REQUISITI DI AMMISSIONE

PMI di tutti i settori economici, iscritte al Registro Imprese della Camera di Commercio di Ravenna iscritte a partire dal 1° gennaio 2019 e che abbiano avviato la loro attività nel periodo fra l’01/07/2019 ed il 31/12/2019. Alla data di presentazione della domanda le imprese dovranno risultare già iscritte ed attive; le imprese devono avere sede e/o unità locale operativa, destinataria dell’investimento, nel territorio della provincia di Ravenna.

Sono escluse dal Bando le attività di cui al codice ATECO 56: attività dei servizi di ristorazione in quanto destinatarie di specifico bando camerale. Nel caso in cui le imprese beneficiarie si configurassero come continuazione di aziende già esistenti per l’attività svolta, l’investimento deve essere effettuato da un neo imprenditore o da una società caratterizzata da un nuovo assetto della compagine sociale rispetto a quello della vecchia impresa.

I requisiti sopra menzionati devono sussistere al momento della presentazione della domanda, pena la non ammissibilità dell’Impresa richiedente.

I soggetti beneficiari, pena la revoca del contributo, sono tenuti a non cedere i beni acquistati, a non cessare o sospendere l’attività ed a mantenere la sede e/o unità operativa per almeno 3 anni dalla data di comunicazione (tramite PEC) di concessione del contributo.

SPESE FINANZIABILI

Sono finanziabili diverse spese relative all’avvio dell’attività: onorari notarili, acquisto arredi e attrezzature nuove incluso spese per montaggio/trasporto/manodopera e realizzazione di strutture non in muratura e removibili, acquisto di automezzi nuovi di unica immatricolazione indispensabili allo svolgimento dell’attività, impianti generali (per un importo massimo pari al 50% del totale investimento ammesso), acquisto di hardware (escluso cellulari e smartphone) e software, acquisizione di servizi e consulenze specializzate, spese promozionali, realizzazione siti internet, sistemi di sicurezza, ecc. sostenute nel periodo dal 01/01/2019 fino alla data della presentazione della domanda comunque non oltre al 31/01/2020.

Non sono ammesse spese ricomprese in fatture il cui valore complessivo sia inferiore a 100 euro, i canoni di leasing, acquisti di beni usati e altre spese di gestione ordinaria (canoni di manutenzione, assistenza ed abbonamenti vari, attrezzatura di consumo, spese di trasporto, ecc.), spese generali o di amministrazione, spese per consulenza, ecc. Le spese dovranno essere documentate attraverso regolari documenti fiscali   quietanzati (bonifico, ricevuta bancaria, assegno bollettino postale, bancomat carta di credito). I documenti di spesa dovranno riportare descrizioni esaustive tali da far comprendere l’investimento effettuato (non saranno ammesse descrizioni generiche o con indicazioni di codici identificativi).

INIZIATIVE FINANZIABILI e CONTRIBUTO EROGABILE

Il contributo erogabile a fondo perduto è pari al 40% dell’ammontare complessivo delle spese ammesse (al netto di IVA e di altre imposte e tasse), sino ad un massimo di 5.000 euro. Potranno comunque beneficiare del contributo solo i progetti d’impresa il cui costo minimo (spese ammesse) sia pari o superiore a 6.000 euro.

La Graduatoria delle imprese ammissibili al contributo sarà redatta sulla base dell’ammontare complessivo delle spese finanziabili regolarmente documentate e quietanzate, solo a parità d’importo delle spese sostenute si ricorrerà, per l’assegnazione del posto in graduatoria, alla data/ora d’invio della domanda di contributo.

TERMINI E MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE – 2° semestre 2019

Le domande di contributo e relativi allegati obbligatori devono essere inoltrate esclusivamente in modalità telematica tramite la piattaforma WebTelemaco e con firma digitale del legale rappresentante dell’Impresa, dal 01/09/2019 al 31/01/2020 per imprese che da visura camerale risultino avere iniziato la loro attività al Registro delle Imprese della C.C.I.A.A. nel periodo fra l’01/07/2019 e il 31/12/2109.

E’ esclusa qualsiasi altra modalità di invio, pena l’inammissibilità della domanda.

L’Ufficio Credito è a disposizione per qualsiasi ulteriore informazione e per la predisposizione della Domanda (0546/21355   – credito@ascomfaenza.it)

Potrebbe piacerti anche